In offerta!

Campania Rosso IGT Mariuolo 2019 – Davide Campagnano

11.48 9.00

Mariuolo è un vino dalla vena rustica. I pochissimi interventi che Davide Campagnano attua in cantina sono decisamente evidenti in questo rosso. Si tratta di un’interpretazione passionale e umorale, dal frutto scuro e carnoso, tipicamente floreale, con note varietali fortemente conservate e di ottima beva e sapidità.

4 disponibili

Descrizione

Campania Rosso IGT Mariuolo 2019 – Davide Campagnano

Caratteristiche

Vitigno: 100% Barbera Sannio (Camaiola)
Annata: 2019
Grado alcolico: 12,5%
Denominazione: Campania Rosso IGT
Località di produzione: Colline Caiatine, Castel Campagnano (CE), terreno argilloso
Sistema d’allevamento: spalliera
Ceppi per ettaro: mediamente 4000
Produzione: 75 q per ettaro
Esposizione: Est -Ovest
Altimetria: 300 metri sul livello del mare
Anno di impianto: 2001

Temperatura di servizio: 15-17°C in calici ampi
Vino da: pranzo e cene informali

Epoca e modalità di vendemmia:

La selezione delle uve è manuale, con un’attenta raccolta in cassette. La vendemmia avviene a metà settembre. La fermentazione avviene in acciaio inox a temperatura controllata per circa 10-15 giorni, con un periodo di macerazione di 4 giorni. La fermentazione malolattica avviene in acciaio inox dopo la svinatura. Segue la maturazione in acciaio inox per circa 6 mesi e, a proseguire, in bottiglia.

Note di degustazione:

Colore rosso rubino con riflessi purpurei di vivace luminosità. Ventaglio olfattivo dominato dalle note varietali tipiche del vitigno, fuse con ricche e sinuose note floreali e fruttate. Ricorda le viole ed il sottobosco. Al palato ritornano i sentori di fiori e frutta. E’ un vino giustamente tannico, persistente, secco e morbido.

Cantina

Dopo aver completato gli studi di laurea in Scienze Agrarie, Davide apre la cantina aziendale che prende il nome: Davide Campagnano – la famiglia. la terra. il vino, nel territorio dell’IGP Terre del Volturno.

Nel nome sono racchiusi tre valori, pilastri della filosofia aziendale: la famiglia, il valore della famiglia contadina, la condivisione familiare di una passione; la terra, la culla dove nasce e cresce il progetto di fare vino e l’appartenenza al proprio territorio, in cui si crede e si decide di investire il proprio futuro, restando legato alle proprie radici; il vino, una tradizione che da sempre è legata alla famiglia Campagnano fin dai tempi dei bisnonni, tanto che l’azienda coltiva anche vigneti di oltre 25 anni e una raggiera del 1958, di 62 anni.

La cantina rappresenta la sua identità, quella di un giovane vini-viticoltore che si ritrova nelle sue radici e al contempo nella sua proiezione verso il futuro: il rispetto per le origini, la passione per il territorio, l’inclinazione irrinunciabile di ‘fare il vino’.

L’azienda è situata nel comune di Castel Campagnano, in provincia di Caserta, una zona che nell’ultimo ventennio ha visto rinascere le proprie tradizioni vitivinicole. Le uve coltivate e i relativi vini, sono il Pallagrello Nero, il Pallagrello Bianco e il Barbera Sannio (riconosciuta come Camaiola). È composta da circa 9 ettari vitati, con terreni sia collinari che pedo-collinari che fanno parte delle ‘colline caiatine’, un territorio attraversato dal fiume Volturno e circondato dai massicci del Matese e del Taburno.

La gestione dell’azienda e la produzione dei vini sono il risultato di un lavoro familiare, svolto con passione e legame al territorio, dove si segue sia la parte di coltivazione che di vinificazione in prima persona.

I vini sono il risultato di un’interpretazione territoriale, volta a preservare le acidità e quindi la freschezza nei vini, rispettando le caratteristiche intrinseche dei vitigni autoctoni. A tal senso le lavorazioni vengono svolte solo in acciaio, non invadendo il complesso aromatico dei vini e preservandone appunto il loro legame al terroir.

La vinificazione è artigianale, il dogma che segue l’azienda: accudiamo e accompagniamo l’uva a trasformarsi in vino, rispettando le sue caratteristiche e quelle che la natura in quell’anno ci ha donato. La vinificazione segue i protocolli biologici, con abbattimento dell’utilizzo della solforosa a vantaggio di microrganismi naturali.

Nel 2016 l’azienda entra nel sistema di Certificazione Biologico (Ente certificatore: ICEA).
Da Ottobre 2019 l’azienda agricola risulta biologica e certificata e dalla vendemmia 2020 i vini sono certificati Vini biologici. Fare agricoltura biologica è stata una scelta etica e ritenuta necessaria per ottenere la massimizzazione della qualità in tutto il processo di produzione, nel rispetto delle uve, ma soprattutto nel rispetto del territorio e della biodiversità che vive nei nostri vigneti e terreni.

Nei vigneti è presente l’inerbimento spontaneo, non si usano concimazioni, l’interceppo viene gestito con lavorazione di diserbo meccanico, evitando uso di pesticidi. L’idea è quella di vedere il vigneto nell’insieme di un ecosistema, dove la vite è solo una delle singole specie vegetali che ne fanno parte.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.8 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.