Sauvignon Blanc

friuliveneziagiuliasauvignon

Gusto in 4 consiglia

Sauvignon Blanc del Friuli Venezia Giulia: il vitigno Sauvignon ha estimatori in ogni angolo del mondo e da diversi anni si è diffuso nella totalità dei paesi vinicoli ottenendo considerazioni sempre crescenti da parte dei consumatori. E’ originario della Francia. C’è da sempre una discussione aperta fra chi sostiene che sia nato nella Loira e chi invece nell’area di Bordeaux. Le interpretazione del Sauvignon sono molteplici, tutto dipende dall’ambiente e dalle tecniche di vinificazione. Tuttavia, possiede caratteristiche comuni che rendono immediatamente riconoscibile un buon Sauvignon. E’ un vino pregno di personalità. Aromaticità e sapidità sono perfettamente bilanciate e ciò lo rende perfetto per accompagnare piatti vegetariani, e di sovente viene accostato a piatti che contengono, fra gli ingredienti, asparagi. Un’altra caratteristica del Sauvignon è la famosa nota olfattiva definita ‘pipì di gatto’, che molti riconducono a sentori di bosso. Si tratta di un aroma varietale dovuto ad una molecola azotata propria di questo vitigno, la pirazine. Ad essa si devono anche i profumi di peperoni verdi e rossi, finocchio, capperi, sedano e timo. A questi aromi erbaceei si affiancano anche note fruttate, fra le quali ci sono sicuramente frutti esotici (banana, ananas..), ma anche mela, lime, e pompelmo. In Italia, troviamo la massima espressione del Sauvignon sui terreni fertili del Collio Goriziano e sui Colli Orientali del Friuli. Una posizione geografica invidiabile, protetta dai venti del Nord grazie alla catena montuosa delle Alpi Giulie e abbastanza vicino al mar Adriatico per poter godere delle miti brezze. Territorio assolutamente vocato alla coltivazione della vite.  Qui, il Sauvignon acquisisce aromi olfattivi e gustativi straordinariamente intensi.

Rispondi